Vuoi rendere la tua casa autosufficiente e non essere più collegato alla rete elettrica nazionale? Controllare il proprio impatto sull’ambiente e consumare la propria produzione di elettricità?

È il sogno di molti di noi… Ma diventare autonomi al 100% nell’elettricità può sembrare impossibile se pensiamo al cambio di tempo, di stagione, al suo desiderio di comodità, al consumo di apparecchi elettrici, di riscaldamento ecc.

Ma non abbiate paura! Essere indipendenti nell’elettricità è possibile! Scegliendo bene il tuo equipaggiamento e forse correggendo alcune delle tue (cattive ^^) abitudini.
Quindi come si raggiunge la completa autosufficienza elettrica? Pannelli solari, turbina eolica, turbina idroelettrica, quale sistema di produzione scegliere? Questo articolo ti dice tutto quello che devi sapere su come fare la tua elettricità.

ESSERE AUTOSUFFICIENTE IN ELETTRICITÀ = CAMBIARE LE TUE ABITUDINI!

Per essere autonomo nell'elettricità, cambia le tue abitudini
Autonomo nell’elettricità, nell’ecologia, nella responsabilità, nell’habitat autonomo

L’autonomia elettrica è possibile solo installando un sistema di produzione elettrica efficiente E attuando un consumo energetico ragionevole.

Nuovi modi di consumare che contribuiranno al tuo approccio eco-responsabile ed eviteranno di attingendo inutilmente l’elettricità immagazzinata nelle batterie a rischio di esaurirsi il vapore!

Se non l’avete ancora fatto, dovrete iniziare a migliorare il vostro consumo di elettricità adottando nuove abitudini su base quotidiana, come

  • Spegnere gli apparecchi elettrici inutilizzati (anche in standby consumano)
  • Non lasciare i caricabatterie collegati
  • Lavare il bucato a bassa temperatura e asciugarlo all’aria aperta
  • Fermare la mongolfiera quando si è lontani

Oltre a queste piccole misure di risparmio energetico, si dovrebbe anche installare apparecchiature elettriche efficienti dal punto di vista energetico, come ad esempio:

  • Lampadine a LED a bassa energia all’interno, lampadine solari all’esterno
  • Elettrodomestici di classe A energia (VMC, scalda acqua, frigorifero, ecc…)

Si possono anche preferire elettrodomestici non elettrificati. Per esempio per il riscaldamento con una stufa a pellet, il gas per cucinare o uno scaldabagno solare.

Il riscaldamento è un punto molto importante da prendere in considerazione nella vostra autonomia elettrica in quanto può essere responsabile fino al 65% del consumo energetico se vivete in un’abitazione tradizionale.

Le cosiddette “case passive” ottimizzeranno e risparmieranno il riscaldamento con un eccellente isolamento delle pareti e delle finestre. Il loro consumo di riscaldamento è così ridotto di quasi il 90%. Per quanto riguarda il Case minuscole Se è il vostro progetto di habitat alternativo, le sue piccole dimensioni sono ancora una volta un vantaggio poiché ha bisogno di poco per essere riscaldato grazie alla sua piccola superficie!

CALCOLARE E GESTIRE IL SUO CONSUMO DI ELETTRICITÀ

Come calcolare e gestire il consumo di elettricità?
Consumo elettrico, gestione elettrica, migliore e minore consumo.

Una volta che avete implementato questi nuovi riflessi di consumo energetico e le attrezzature ad alta efficienza energetica, dovrete calcolare il vostro fabbisogno di elettricità prima di scegliere il sistema di produzione elettrica che fa per voi.

Per fare questo, leggete il vostro contatore elettrico per diversi giorni. Questo vi permetterà di stabilire una media dei Watt che consumate quotidianamente.

Attenzione, si dovrà ancora aggiungere un margine per i giorni in cui si consuma di più o quando il sistema di produzione fornirà meno elettricità a causa del maltempo.

Questo calcolo dei Watt consumati vi permetterà di impostare limiti di consumo elettrico non superare.

Con tutti questi dati, sarai finalmente in grado di entrare in affari: scegliendo il tuo sistema di approvvigionamento di energia rinnovabile!

Qualunque sia il sistema scelto, l’elettricità prodotta sarà immagazzinata in batterie . Batterie che, in generale, forniscono tra i 12 e i 15 volt. Gli elettrodomestici della casa funzionano a 220 volt, quindi non dimenticate di aggiungere un convertitore.

Per quanto riguarda la gestione della vostra elettricità, dovete sapere che esistono oggi soluzioni intelligenti che permettono di distribuire l’energia prodotta agli elettrodomestici della casa (maggiori informazioni su Eco Infos Energies Renouvelables).

Infine, prima di scegliere il tuo sistema di produzione di elettricità, non dimenticare che l‘autonomia elettrica è legata alla natura: sole, vento, acqua.

Di conseguenza, la produzione può talvolta essere meno efficiente. Per evitare di finire senza elettricità, è possibile pianificare un generatore, alcuni modelli in esecuzione su biocarburante.

PANNELLI FOTOVOLTAICI

Pannelli fotovoltaici per alberi - SmartFlower
Pannelli fotovoltaici per alberi – SmartFlower

L’installazione di pannelli fotovoltaici è il sistema più utilizzato per produrre elettricità da soli.

Certo, alcune persone possono essere riluttanti a installarli a causa dell’impatto ambientale causato dalla loro fabbricazione molto poco ecologica… Tuttavia, il loro bilancio ambientale è bilanciato dal loro non consumo di combustibili fossili per il loro funzionamento.

È anche un modo più economico di produrre elettricità rispetto alle turbine eoliche. Infatti, i kit solari sono sempre più efficienti e meno costosi, quindi permettono un ritorno più rapido dell’investimento.

Secondo l’ADEME, 5 m2 di pannelli solari sono sufficienti per produrre l’equivalente del consumo annuale di elettricità di una famiglia di 4 persone (escluso il riscaldamento)!

Per essere ancora più precisi e per aiutarvi a confrontare con il vostro consumo di Watt all’anno, si stima che1 m2 di pannelli fotovoltaici produce circa 100 kW/anno. Non esitate a visitare il sito specializzato di MyShop solaire, distributore di kit solari da assemblare da soli (autonomo, autocostruzione, ibrido,…) con il quale collaboriamo per la realizzazione delle nostre Tiny Houses, per studiare i vari tipi di installazione di pannelli solari.

ENERGIA EOLICA

albero del vento - turbina eolica - NewWind
albero del vento – turbina eolica – Neo Wolrd Wine

Per definizione, le turbine eoliche sono alimentate dal vento. Non con una brezza di passaggio, no. Con una velocità minima del vento di 14 km/h.

Sono quindi più variabili nelle loro prestazioni poiché dipendono dalla forza del vento e anche dalle dimensioni delle pale.

Le turbine eoliche domestiche sono un ottimo modo per completare un impianto fotovoltaico, poiché i due sistemi lavorano alternativamente a seconda del tempo.

In termini di produzione di energia rinnovabile, le turbine eoliche domestiche (da 8 kw a 30 kw a seconda del modello) forniscono tra 10.000 e 50.000 kw/anno.

Bisogna anche sapere che l’installazione di una turbina eolica di meno di 12 metri non è soggetta ad autorizzazione. Fai attenzione a non dimenticare di consultare il PLU della tua città (o qualsiasi altro testo che faccia riferimento ad essa)!

Allo stesso modo, non si può essere troppo consigliato di discutere di questo anche a monte con i vostri vicini. Al fine di evitare qualsiasi futuro conflitto di vicinato…

Infine, ci sono naturalmente una moltitudine di modelli di turbine eoliche domestiche disponibili da vari fornitori. di diverse capacità, dimensioni e design come i modelli molto originali dialberi del vento della società francese Neo World Wine.

MICRO IDRO-TURBINE

micro impianto idroelettrico
Micro centrale idroelettrica – Foto Provence Energie Partagée

La turbina micro-idro è un impianto di generazione di energia rinnovabile più pulito ma molto meno comune.

Poiché questo metodo di produzione di elettricità funziona solo con la forza della corrente, può essere un dispositivo complementare ai pannelli solari per essere autosufficiente al 100%.

A condizione, naturalmente, che si dispone di una cascata o un ruscello sulla vostra proprietà.

Per installare la micro idroturbina è necessario concentrare l’energia idraulica su un pendio naturale con un’altezza dell’acqua superiore a 2 metri. Potrebbe essere necessario sviluppare il corso d’acqua.

L’installazione e la produzione elettrica della vostra turbina micro-idro dipendono dalle caratteristiche specifiche del vostro corso d’acqua, è difficile indicare la sua capacità di produzione elettrica. Tuttavia, vi consigliamo di visitare il sito Hydroturbine.info, troverete tutte le informazioni necessarie per esempio su come realizzare la vostra turbina idraulica, per determinare la topologia del vostro terreno, o i vari modelli di turbine idroelettriche che esistono.

Per concludere, non dimenticate di consultare su economie.gouv.fr gli aiuti pubblici a cui avete diritto se installate un sistema di produzione di energia rinnovabile: bonus autoconsumo, eco-prestito a tasso zero, credito d’imposta, ecc.

Vuoi sapere di più sulle nostre Tiny Houses? Contatta il team di BIMIFY 🙂.

[et_bloom_inline optin_id=”optin_4″]